Letture che nutrono il tuo copywriting
Letture che nutrono il tuo copywriting

Letture che nutrono il tuo copywriting

giulia scandolara seo copywriter

Chi vuole comunicare ha bisogno di tener conto di tre elementi: la costruzione del messaggio, l’attraversamento di uno spazio ignoto per arrivare a un pubblico interessato, e l’intento di stabilire una relazione autentica. A monte di tutto, però, serve nutrire il proprio copywriting, per avere una scrittura elastica, intrigante e sempre efficace.

Il copywriting è fatto di parole che nutrono e che fanno pensare

Affinché questi tre fatti avvengano (creazione del messaggio, attraversamento dell’ignoto, relazione autentica) serve darsi un tono: è il tono di voce, è il corpo dei nostri valori, e l’aver voglia di creare buone scritture per una comunità di cui ci si sente parte. Parliamo di sostanza.

Attraverso il linguaggio, possiamo cambiare il mondo. Il punto, infatti, non è solo ottenere un risultato attraverso una strategia, scrivendo. Chi comunica o usa la comunicazione per la propria attività – il copywriting – ha un potere e una responsabilità molto più grande.

Copywriting: parole pensate, scritture calibrate

Attraverso la scrittura, un copywriter pratica l’arte di pensare, studiare e rielaborare informazioni sempre diverse. Poi, usa quest’arte anche al servizio di chi legge. Chi legge penserà, studierà (e quindi saprà) un po’ di più e rielaborerà facilmente nuove informazioni. Lo dicevo o no, che comunicare è una grande responsabilità?

Proprio per questo motivo, se fai impresa, hai bisogno di rivolgerti a una copywriter che nutra bene la propria scrittura: sarà costantemente limpida ed efficace. Se sei un professionista della scrittura, invece, hai bisogno di trovare sempre letture nuove e utili. Vediamo dove trovarne.

Contro il citazionismo: leggere davvero i blog per stimolare il cervello

La prima lettura che mi sento di consigliare è quella del blog di Seth: Seth’s blog. Godin è di certo lo scrittore e l’imprenditore più citato dalle agenzie di marketing. Perché?

Le sue frasi sono adamantine e illuminanti per tutte le persone che lavorano nella comunicazione e che imprendono attraverso i social. Ma il citazionismo appiattisce il grande lavoro che Seth Godin mette in circolo, e ne soffoca, così, le potenzialità trasformative.

Aggiungo: molto spesso, chi lo cita non ha mai letto un suo libro. Se il citazionismo svuota di senso il lavoro di una vita (quella di molti scrittori e scrittrici) seguire il loro blog restituisce tridimensionalità al personaggio, che torna ad essere persona, quindi presenza altamente trasmissiva.

Letture buone per nutrire il tuo copywriting, senza dover fare corsi

Stephen King, nel suo capolavoro assolutoOn writing: autobiografia di un mestiere‘, spiega che, per scrivere bene, non servono corsi. Leggere e scrivere: sono queste, le uniche due cose di cui ha bisogno chi scrive.

Però, anche King, a denti stretti, lo ammette: frequentare un corso di scrittura ci fa davvero sentire parte del settore, e ci mette un po’ di più al nostro posto.

Detto questo, per chi ha già letto tutti i libri di Luisa Carrada e di Annamaria Testa, maestre viventi delle scrittura per il web, non resta che scoprire un vero tessoro: ‘Elementi di stile‘ di William Strunk. E come blog? Nuovo e utile.

Newsletter toscane: aggiungi la poetica dell’arte al tuo copywriting

Premessa: mi sono trasferita in Toscana tre anni fa. Non ho preso l’accento toscano, in compenso, però, ho raccolto a mani basse le newsletter di una regione sempre in fermento.

Le newsletter (toscane) da non perdere, per contagiare di visionarietà il proprio copywriting sono quelle di Palazzo Strozzi, Manifattura Tabacchi, NanaBianca. Perché?

Palazzo Strozzi: dona letture on site strabilianti e una newsletter che è un vero e proprio ripasso della Storia dell’Arte. Però, quanto ha saputo viaggiare nella contemporaneità, la fondazione, affrontando anche il tema dell’arte digitale, e dell’arte nell’ambiente? Da scoprire.

Manifattura Tabacchi: è una parte di Firenze che si ricostruisce all’insegna delle arti, del cinema e delle forme di partecipazione. Uno spazio, oggi, anche per abitare scenari creativi. Tutto, all’interno di un’ex manifattura di tabacchi. Le newsletter di MT sono un portento culturale.

NanaBianca: “centro gravitazionale per giovani imprese”, è uno spazio che parla di futuro, comunicazione, innovazione. Ma innovando davvero.

I libri per crescere in modo pratico: copywriting e tono di voce

Per chi scrive e per chi comunica c’è il piccolo quanto potente libro di Valentina Falcinelli: ‘Testi che parlano‘. Se avete bisogno di capire in modo pratico come ottenere il vostro tono di voce, questa è la via.

Il libro permette di esercitarsi, per sè, e di portare a casa una piccola cassetta degli attrezzi per replicare la creazione del ToV, anche con i vostri clienti. Illuminante.

Aggiungo un’autopubblicazione spartana, votata alla pura pratica. Si tratta del diario ‘Ascolto quotidiano‘. Ogni giorno, se fai copywriting, hai bisogno di monitorare la tua percezione. Se ti ascolti, scrivi meglio. Se appunti quotidianamente delle parole buone per te, cresci e sviluppi la tua scrittura.

Fammi sapere se ti sono stata utile e, se vuoi, condividi questo articolo con chi ne può trarre beneficio. Se invece vuoi rifare i contenuti del tuo sito, e hai bisogno di un servizio di copywriting, be’, sentiamoci.