Scrivere, per arrivare alle tue persone.
Il sogno Ferrari, visto dalla copywriter
Il sogno Ferrari, visto dalla copywriter

Il sogno Ferrari, visto dalla copywriter

Forse non comprerò mai una Ferrari. Forse. Allora perché, tra le nove e le dieci di sera, se non lavoro, mi intrattengo con il sito del cavallino rampante più imbizzarrito al mondo? Perchè mi ostino a sentire “il suono della libertà” dai brevi spot con piloti che, impassibili, controllano a proprio piacere il mondo da una curva?

Eau de Ferrari

Ne sento l’odore, della Ferrari Monza Sp1 e mi ci vedrei davvero bene, alla sua guida. Ma è solo, tutto, un semplice sito. Eppure…

Sembra di poter accarezzare il fascino dei motori e il design di ogni modello. Accidenti, che dovizia di dettagli. Dall’aerodinamica alla scheda tecnica di motore, freni, controlli elettronici e… uff, quante cose da vedere.

Qui, geolocalizzazione sito Ferrari, sento il battito della velocità, passo la mano sugli interni in pelle rifiniti a mano. E, per fortuna, non incontro nessun copywriter che mi dice «sei al centro di tutto». No ragazzi, non c’è bisogno che qualcuno me lo dica.

Virtuale diventa reale, con Ferrari

Tutto, in questo scrigno virtuale di diamanti, me lo fa sentire dritto in pancia, che sono al centro. Anzi, dentro i box, poi in pista, in curva e su rettilineo. Aria e spazio mi schiariscono il cervello. E sfogliando le pagine online, sento di poter (quasi) guidarla, una di queste Ferrari.

Non contenti, “i maladrini”, gli artefici sapienti di questo sito, mi ribaltano in meno di niente fra le passerelle del Fashion Show Ferrari. Il motore a monte è sempre lo stesso, ma cambia l’estetica.

Niente minigonne da racing o tettucci flessuosi che si ritirano silenziosamente salutando il cielo. Il motore, ora, si veste di moda e – caspita quanta sapienza! – non cambia la spinta, l’anima che agisce dietro le creazioni della casa madre.

Si passa da un mezzo all’altro – da motori e capi d’abbigliamento – per parlare sempre di eleganza e potenza. Alle ore undici di un giovedì sera a caso, io, Giulia Scandolara, voglio le newsletter di tutte le catogorie proposte dal sito Ferrari: racing, moda, formula 1. Tutto.

E la copywriter prende appunti per emozioni future

Quindi, la mia e-mail oggi ha una marcia in più, non ho una Ferrari, ma pregusto, osservo e faccio il pieno di sportività. Forse, ci scapperà un tranquillo cardigan in fibra biologica da soli 350 euro – mh! Dubito – , o forse continuerò a sognare la strada accarezzata con controllo ed azzardi eleganti.

Una cosa, però, sono certa di avere con me. Come copywriter mi sono abbeverata e dissetata tra contenuti sinestetici e rampanti. Ho studiato, non ho solo fantasticato. E sono pronta a portare qualche goccia della sostanza che mi ha inebriato sul sito Ferrari anche tra i miei clienti.

Rubo con gli occhi, fiuto e catturo emozioni che mi attraversano in prima battuta. Ho fatto una scorpacciata di parole che, no, non (ri)userò, ma serviranno di certo ad oliare il mio, di motore. La testa.

Sentiamoci